L’odore

Eccole qui, le scatole con dentro il secondo episodio di Punk is undead. Sopra tutte le emozioni c’è l’odore. Quell’odore di carta stampata che hanno solo i fumetti e che mi riporta indietro di quasi 40 anni. In un attimo e solo per un attimo ho sentito intorno la mia vecchia casa di Napoli, la mia famiglia, mio fratello accovacciato a “scartare” tra i fumetti per scegliere quello da leggere seduto per terra vicino al balcone.

Non sono uno che lotta per salvare la carta dal digitale, no, era solo il racconto di quello che ho sentito stamattina. Aprire una di quelle scatole è stato come alzare il coperchio della pentola del ragù che fa mia madre.

A guardare i disegni di Tino stampati si resta senza parole, hanno voglia a dire: gli americani, i mostri sacri del passato e sto cazzo.

Torno a odorarlo un po’, lo sfoglio ancora e cerco il difetto. Sì, perché c’è sempre qualcosa che, nonostante mille controlli e supervisioni, sarà scappato all’editing e ci farà rabbia vedere lì, ormai impossibile da cancellare.

Finora niente. Continuo a cercarlo e aspetto l’8 settembre, giorno ufficiale di uscita.

foto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...